fbpx

Facebook: l’aggiornamento iOS cosa accadrà alle nostre inserzioni?

La modifica di iOS 14 relativa alla privacy, avrà un impatto enorme sulla pubblicità di Facebook. Tutte le app di casa Facebook (Messenger, WhatsApp, Instagram, Facebook) dovranno ottenere l’autorizzazione da parte dell’utente, sulla tracciabilità.

Ottenere l’autorizzazione non è semplice. Gli sviluppatori non possono mostrare un annuncio con un grande pulsante “OK” e un piccolo collegamento per aggiornare le impostazioni. Gli utenti dovranno accettare esplicitamente (non rinunciare) per fornire queste autorizzazioni.

Sarà necessario quindi, che coloro che posseggono un dispositivo Apple, debbano acconsentire e dare l’autorizzazione, altrimenti non verranno mai tracciati.

  • Consenti monitoraggio
  • Chiedi all’app di non tenere traccia

Questo messaggio verrà visualizzato quando si utilizzano tutte le app iOS.

In un post intitolato Speaking Up for Small Businesses, Dan Levy, VP of Ads and Business Products, afferma che “la nuova politica di iOS 14 avrà un impatto dannoso su molte piccole imprese che stanno lottando per rimanere a galla”.

Levy ritiene che i cambiamenti avranno un impatto sulle aziende in questi modi:

  • Forza le aziende a rivolgersi ad abbonamenti e pagamenti in-app
  • Rende la pubblicità meno efficiente ed efficace
  • Causa una perdita di personalizzazione che potrebbe comportare il 60% in meno di vendite sul sito Web dagli annunci. La quale potrebbe portare a un calo delle entrate del 50% derivante dagli annunci per l’installazione di app di Facebook
  • Rende più difficile per le piccole imprese raggiungere il loro pubblico ideale, limitando la crescita

Facebook ha creato una pagina per i proprietari di piccole imprese per “aggiungere la tua voce” in opposizione agli aggiornamenti di iOS 14. Facebook ha persino creato un toolkit per aiutarti a condividere post, video e storie con le aziende #SpeakUpForSmall.

 

Impatto su Audience Network

Facebook Audience Network è una rete di annunci (posizionamento) che appaiono principalmente su app mobili, al di fuori della famiglia Facebook.
Questa rete è composta da:

  • editori, che inseriscono annunci sulle loro app (e talvolta sui siti web per dispositivi mobili) per monetizzare il loro prodotto;
  • inserzionisti, che investono per raggiungere il loro pubblico mirato mentre utilizzano queste app. (infatti lo trovi nei posizionamenti di Fb)

Un post di AdScholars aiuta a spiegare come questo influisce su Audience Network:

Apple assegna un codice identificativo-> Identifier for Advertisers a un iPhone tra le app. Questo meccanismo di tracciamento è fondamentalmente lato cookie e piattaforme pubblicitarie che raccolgono i dati per indirizzare gli annunci … Questo identificatore era sempre presente per impostazione predefinita per gli utenti iOS, ma la nuova modifica della privacy di Apple che non lo vedrà più di default, cambierà drasticamente tutto.  

Molti addetti ai lavori del settore pubblicitario ritengono che gli utenti rifiuteranno … le autorizzazioni di tracciamento dei dati se gli viene data una scelta. Ciò significa nessun dato per il targeting degli annunci che alla fine renderà il posizionamento degli annunci un’attività impossibile.

Un minor numero di annunci sull’Audience Network di Facebook porterà a minori entrate per gli editori.

 

In Preparing Audience Network for iOS 14, Facebook afferma che “continuerà a offrire annunci, tuttavia la nostra capacità di fornire annunci personalizzati su iOS 14 sarà limitata”.

Facebook afferma che “potrebbe rendere Audience Network così inefficace su iOS 14 che potrebbe non avere senso offrirlo su iOS 14 in futuro”.

Sempre secondo Facebook, anche questo avrà una ripercussione negativa sulle nostre Ads, che vedono come posizionamento Network Audience, con una seguente diminuzione del volume del target da raggiungere per quel posizionamento.

Alcuni utenti potrebbero non visualizzare gli annunci mentre altri potrebbero visualizzare annunci meno pertinenti. Il risultato potrebbe significare CPM inferiori anche per l’inserzionista, ma sembra certamente che questo posizionamento fornirà un piccolo vantaggio per quel minimo guadagno.

Ora, questo è un grosso problema se monetizzi le app con Audience Network. Tuttavia, gli inserzionisti hanno riscontrato risultati incoerenti da questo posizionamento. Ho scoperto che è soggetto a clic accidentali, clic di bot e frodi sui clic.

La percentuale di distribuzione degli annunci su Audience Network è per lo più trascurabile. E’ sempre meglio rimuoverlo in particolare su ottimizzazioni per traffico o copertura.

Come preparaci all’aggiornamento iOs 14

In un post sul blog per gli inserzionisti, Facebook ha annunciato una serie di modifiche imminenti per affrontare l’aggiornamento di iOS 14.

Mentre sembrava che l’impulso di questo aggiornamento cadesse su Audience Network e sulle app mobili, Facebook indica che questo cambiamento “avrà implicazioni di grande impatto per le aziende che fanno pubblicità su dispositivi mobili e sul Web“.

Il post prosegue affermando che una volta che Facebook e Instagram saranno costretti a mostrare il prompt di Apple agli utenti della famiglia di app Facebook, “quelli che ottimizzano, mirano e / o segnalano eventi web mobili da uno qualsiasi dei nostri strumenti aziendali ne saranno influenzati . “ Quindi, è probabile che l’impatto si estenda oltre Audience Network.

Ora il problema è nostro: degli inserzionisti. Poiché se le persone non autorizzano le app di Facebook a monitorarle, questa scelta condizionerà le ottimizzazioni delle nostre ADS.

Immagina che un utente scelga di non consentire all’app Facebook o Instagram di tracciarlo. Fanno clic su un collegamento condiviso al loro feed di notizie e dopo finiremo con un buco nero.

Facebook non è in grado di monitorare l’attività di quell’utente sui siti web cliccati da Facebook in modo che l’attività non possa essere utilizzata per il targeting e il monitoraggio delle conversioni.

Ovviamente tutto solo mobile. Se un utente visita il tuo sito web direttamente tramite desktop o fa clic su un collegamento dal desktop su Facebook che indirizza al tuo sito web, il pixel di Facebook lo traccerà.

Il pixel di Facebook ci aiuta a tenere traccia degli eventi che si verificano sul nostro sito web e a raggiungere le persone che hanno eseguito tali eventi con gli annunci.

Facebook sta apportando diverse modifiche per preparare questo aggiornamento che entrerà in vigore all’inizio del 2021.

Ecco i principali cambiamenti:

  • Gestione eventi
  • Delivery e ottimizzazione
  • Misurazione

Gestione di eventi

Ci sarà una Gestione degli eventi aggregati: non è chiaro cosa sia effettivamente. Facebook afferma che questo “ti aiuterà a misurare il rendimento della campagna in modo coerente con le decisioni dei consumatori sui loro dati”.

Limiti degli eventi: gli inserzionisti saranno limitati a OTTO eventi di conversione per dominio, inclusi gli eventi pixel

Gli eventi pixel ti consentono di monitorare azioni specifiche sul tuo sito web che possono essere utilizzate per la creazione di rapporti, il targeting e l’ottimizzazione.

Le conversioni personalizzate ti consentono di creare regole per eventi o URL in modo da poter monitorare e ottimizzare meglio azioni specifiche con gli annunci di Facebook.

Attualmente non esiste alcun limite di questo tipo.

Facebook indica che non sarà necessario apportare modifiche al tuo pixel o all’implementazione dell’API Conversions.

Cosa succede se hai set di annunci

Un set di annunci è un raggruppamento di annunci di Facebook in cui vengono determinate impostazioni come targeting, pianificazione, ottimizzazione e posizionamento. I set che non rientreranno negli 8 previsti, verranno messi in pausa.

Inoltre, considera una situazione in cui un visitatore arriva al tuo sito web (visualizzazione della pagina), va alla pagina di destinazione del prodotto (visualizza il contenuto), inizia il processo di acquisto (aggiungi al carrello) e completa l’acquisto (acquisto).

Facebook segnalerà solo l’acquisto o l’evento con il punteggio più alto.

Indipendentemente da ciò, pianifica otto eventi per dominio. E per evitare altri problemi con questa implementazione, assicurati di far verificare il tuo dominio sin da subito da Business Manager.

FONTE FACEBOOK: 

Il pixel può eseguire l’ottimizzazione per un massimo di 8 eventi di conversione per ogni dominio. Inizialmente Facebook provvederà a configurare gli eventi di conversione che ritiene più pertinenti per la tua azienda, basandosi sulla tua attività. Tutti gli altri eventi saranno resi inattivi per l’ottimizzazione delle campagne e la creazione di report. Per gestire le tue preferenze, accedi a Gestione eventi. Quando crei un gruppo di inserzioni, puoi scegliere di ottimizzare solo uno degli 8 eventi di conversione designati.
Prima che la limitazione entri in vigore, valuta se sia meglio apportare modifiche alla campagna o alla strategia di misurazione.

Delivery e ottimizzazione

Se Facebook tiene traccia di un numero inferiore di eventi, sarà più difficile ottimizzare in modo efficace i set di annunci.

Oltre al probabile impatto sull’ottimizzazione che sarà dovuto ad un conseguente calo del volume degli eventi, Facebook sta apportando modifiche all’ottimizzazione del valore.

(Value Optimization) VO ti consente di fare offerte per i tuoi clienti più redditizi, piuttosto che solo per un’azione specifica.

Viene utilizzato principalmente dagli inserzionisti con il volume e i budget molto alti e non tutti sono abilitati a farlo, esistono delle condizioni per poterlo fare:

 

  • Avere un pixel, un SDK o un catalogo prodotti attivi
  • Inviare e ottimizzare per eventi di acquisto
  • Generare oltre 100 acquisti ottimizzati negli ultimi 7 giorni
  • Avere almeno 10 valori distinti negli ultimi 7 giorni (valori di acquisto cumulativi)

Se utilizzi VO, sarà necessario abilitare un set di valori in Gestione eventi. L’attivazione di questa opzione utilizza solo 4 degli 8 eventi utilizzati per l’ottimizzazione.

 

Dynamics Ads

Facebook afferma che non è necessario apportare modifiche immediate se si utilizzano annunci dinamici. Ad ogni modo, aspettati che le prestazioni e le dimensioni del pubblico ne risentano durante l’esecuzione di campagne di retargeting.

Per prepararsi, Facebook suggerisce di utilizzare un solo pixel per catalogo e di evitare collegamenti nel catalogo che indirizzano gli utenti a un altro dominio.

 

Misurazione

Spariscono le finestre di attribuzione a 28 giorni!

Facebook segnala una conversione, per impostazione predefinita, quando un utente vede il tuo annuncio senza fare clic e converte entro un giorno o fa clic sul tuo annuncio e converte entro 7 giorni. Questo sta passando da un clic di 28 giorni e una finestra di visualizzazione di 1 giorno.

Al momento abbiamo ancora accesso alla finestra di 28 giorni.
Puoi verificarlo, andando in Personalizzazione colonne e aggiungere una finestra di attribuzione.

Una finestra di attribuzione è il numero di giorni che intercorrono tra il momento in cui una persona ha visualizzato o fatto clic sul tuo annuncio su Facebook e successivamente ha intrapreso un’azione.

 

FONTE FACEBOOK: 

In futuro, le finestre di attribuzione a 28 giorni dal clic e a 28 o 7 giorni dalla visualizzazione non saranno supportate per le campagne attive.

Dopo l’entrata in vigore delle modifiche, fatta eccezione per le campagne per promuovere l’installazione dell’app per iOS 14 e le regole automatizzate, potrai modificare la finestra di attribuzione a 7 giorni dal clic predefinita in una delle altre finestre supportate. Ecco le finestre supportate dalle nuove impostazioni di attribuzione:

  • 1 giorno dal clic
  • 7 giorni dal clic (predefinita)
  • 1 giorno dal clic e 1 giorno dalla visualizzazione
  • 7 giorni dal clic e un giorno dalla visualizzazione

Prima che le finestre di attribuzione a 28 giorni dal clic e a 28 o 7 giorni dalla visualizzazione siano disponibili, ti consigliamo di procedere come segue:

  • Usa la funzione di confronto delle finestre per vedere come vengono confrontate le conversioni attribuite alle rispettive inserzioni nelle diverse finestre di attribuzione. Ciò ti consentirà di prevedere più efficacemente eventuali modifiche alle conversioni segnalate, in seguito al passaggio a una finestra di 7 giorni.
  • Esporta tutti i dati passati relativi alle finestre di attribuzione a 28 giorni dalla visualizzazione o dal clic e a 7 giorni dalla visualizzazione di cui hai bisogno. Tali dati resteranno accessibili tramite l’API Ads Insights anche dopo l’entrata in vigore delle modifiche.
  • Quando le modifiche introdotte da Apple prenderanno effetto, tutte le regole automatizzate passeranno a una finestra di attribuzione a 7 giorni dal clic. Aggiorna subito la tua finestra di attribuzione per le regole automatizzate a una finestra a 7 giorni dal clic per evitare modifiche indesiderate alle regole automatizzate in un secondo momento. L’opzione per l’impostazione di una diversa finestra di attribuzione per le regole automatizzate non sarà disponibile.

 

Di conseguenza, Facebook utilizzerà la modellazione per aiutare a riempire gli spazi vuoti.

La modellazione statistica verrà utilizzata per determinate finestre di attribuzione e / o metriche per tenere conto della minore disponibilità di dati da parte degli utenti di iOS 14. L’annotazione nel prodotto comunicherà quando viene modellata una metrica.

 

Alcune finestre di attribuzione avranno rapporti parziali e le metriche non includeranno tutti gli eventi degli utenti di iOS 14. L’annotazione nel prodotto comunicherà quando una metrica è parziale

Non è chiaro come verrà visualizzato e come Facebook lo gestirà. In sostanza, Facebook sa che le tue conversioni sono sottostimate e la modellazione li aiuta a capire di quanto.

 

Pubblicità per le App

L’aggiornamento di iOS 14 avrà un impatto anche sull’efficacia della pubblicità che promuove le installazioni di app e il coinvolgimento.
Se si pubblicano annunci per incentivare le conversioni all’interno dell’app, bisognerà eseguire l’aggiornamento all’SDK di Facebook per iOS 14 versione 8.1.

 

Esso consentirà di personalizzare gli annunci somministrati alle persone che utilizzano dispositivi iOS 14 e di continuare a misurare e ottimizzare gli annunci per l’installazione di app, tra le altre cose.

Il cambiamento più grande è che Facebook richiederà agli inserzionisti è quello di creare campagne di installazione di app separate per i dispositivi in ​​esecuzione su iOS 14. Inoltre:

  • L’app può essere associata a un solo account pubblicitario
  • Lo stesso account pubblicitario può essere associato a più app, se vi sono altre app
  • Ogni app è limitata a 9 campagne iOS 14 contemporaneamente
  • Ogni campagna è limitata a 5 set di annunci dello stesso tipo di ottimizzazione

Queste limitazioni si applicano SOLO agli annunci per l’installazione di app su iOS 14. Ciò non influisce sulle altre campagne.

 

Il vero grande problema è l’ impatto lo subiranno le nostre strategie e principalmente il target che vogliamo raggiungere. Il modo in cui impostiamo il pubblico e le nostre conversioni di conseguenza.

Il volume di traffico viene dimezzato, i segmenti e le combinazioni di pubblico, diventano meno affidabili poiché escludono gli utenti che rifiutano il monitoraggio.

Bisogna reinventarsi un modo di fare ads e di arrivare al pubblico. Ad ogni modo non ci resta che essere preparati a tutto ciò. Ecco alcune cose che possiamo fare:

 

Fonte: Jon Loomer  https://www.jonloomer.com/ios-14-and-facebook-ads-what-we-know/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *